Napoli, al Gran Caffè Gambrinus si espone “Ipogeo”, l’opera di Evan De Vilde

0
1584
Napoli, Gran Caffè Gambrinus

 

L’artista campano, ideatore dell’Archeorealismo, torna ad esporre a Napoli, presso il Gran Caffè Gambrinus in occasione della rassegna d’arte contemporanea “Al centro della città – Un caffè tra passato e futuro”.

Anche Evan De Vilde, padre dell’Archeorealismo, è tra gli artisti selezionati per esporre le proprie opere presso il Gran Caffè Gambrinus in occasione della mostra d’arte contemporanea “Al centro della città – Un caffè tra passato e futuro”, organizzata dall’Associazione Arteggiando. Per realizzare l’opera da lui proposta, “Ipogeo”, ha utilizzato una particolare tecnica consistente nell’applicazione di fossili su tela. Tre fossili che indicano concettualmente il passato, il presente e il futuro della città di Napoli, tre momenti fossilizzati, ma anche immobili nel tempo, come se si fosse mosso qualcosa ma non troppo, come se la coscienza collettiva della città e delle istituzioni avesse per sempre fermato, su una lava bianca di silenzio, i tre momenti principali dell’anima di un popolo. Da quest’opera emerge un senso speranza ma anche una profonda delusione. Un rapporto conflittuale con la metropoli che il popolo stesso ha e ha avuto sempre con la sua città: odio e amore fossilizzato nella pietra. “Ipogeo” conferma le direttrici dell’arte concettuale di Evan De Vilde che si basa sull’utilizzo di beni archeologici antichi inseriti in un contesto moderno. Nascono così opere suggestive e affascinanti, capaci di suscitare pensieri profondi e al contempo ironici, basate sempre sull’inamovibile presupposto che l’opera archeologica o di antiquariato utilizzata al loro interno sia primaria, tanto centrale da essere rispettata e non intaccata in nessun modo dal processo creativo contemporaneo. Così tutte le opere sono concepite secondo l’assioma che il bene archeologico, pur essendo compreso in un contesto nuovo e originale, sia sempre recuperabile in modo integro e restituito intatto alle generazioni future. Evan De Vilde, designer, scrittore e poeta, oltre che fondatore del DAMA Museum, ha esposto le proprie presso prestigiose location in Italia e all’estero, affermandosi nel composito panorama dell’arte contemporanea. Napoli lo riaccoglie in occasione di un grande evento “Al centro della città – Un caffè tra passato e futuro”, mostra d’arte che lo vede accostato ad altri importanti artisti. La mostra sarà visitabile fino a venerdì 16 ottobre presso il Gran Caffè Gambrinus.