Muore a 21 anni dopo un’operazione per aumentare il seno: salma sequestrata

0
1258

ACERRA – Sarà l’autopsia a fare luce sulle cause della morte di una ventunenne deceduta dopo un intervento chirurgico a cui si era sottoposta per aumentare il seno. La polizia di stato di Acerra, su disposizione degli inquirenti, ha sequestrato la salma in vista dell’esame autoptico.

La giovane, Alessia Nebuloso originaria di San Pietro a Patierno, quartiere alla periferia di Napoli, ha accusato un malore dopo la mastoplastica additiva eseguita a Napoli ed è deceduta nella clinica Villa dei Fiori di Acerra, dove era arrivata già in condizioni disperate, una settimana dopo l’intervento.

Chiede giustizia per Alessia anche il noto cantante Nino D’Angelo, originario proprio di San Pietro a Patierno: “Sono vicino alla famiglia di questa ragazza, Alessia Neboso, figlia del mio stesso quartiere, San Pietro a Patierno. Giustizia giustizia giustizia”

Aveva 21 anni Alessia Neboso, estetista di San Pietro a Patierno, morta tragicamente in ospedale. Solo sette giorni prima si era sottoposta ad un intervento di mastoplastica per aumentare il seno.

La ragazza era stata operata a Napoli lunedì in una clinica privata. Le dimissioni, poi la febbre alta e i dolori. Con il passare delle ore la situazione è peggiorata e per questo motivo la famiglia ha portata la ragazza al pronto soccorso della casa di cura Villa dei Fiori di Acerra: qui i medici hanno subito capito che le sue condizioni erano molto gravi.

Alessia è morta di arresto cardiaco dopo solo qualche ora. La famiglia ha denunciato l’accaduto e salma e cartella clinica sono state sequestrate.