Home Comunicati Stampa Marigliano, reddito di cittadinanza e buoni spesa illegittimi: indagine della polizia locale

Marigliano, reddito di cittadinanza e buoni spesa illegittimi: indagine della polizia locale

CONDIVIDI

Riceviamo dal Comando di Polizia Municipale di Marigliano e pubblichiamo.

Stretta di indagini della polizia locale di Marigliano sui furbetti del reddito di cittadinanza e dei buoni spesa.
Intrecci con buoni spesa, legami con la delinquenza locale e fruizione di elargizione illegittime e false dichiarazioni.
Dopo una azione congiunta con l’ufficio politiche sociali si è svolto il primo screening di controllo su chi aveva tentato di fruire dei buoni spesa con dichiarazioni mendaci, omettendo l’ottenimento del contributo del reddito di cittadinanza.

Controlli incrociati, sommarie informazioni, indagini incrociate e primi 8 indagati tra chi ha presentato false dichiarazioni per ottenere il buono spesa del comune di Marigliano.

Nel frattempo nuova stretta su occupazione delle case abusive e nuovo sopralluogo su lotto Acer con una casa occupata abusivamente da alcuni soggetti già sfrattati dal comandante Nacar nel 2019 in una nota località di Marigliano, dove furono abbattuti 7 appartamenti, cosa più unica che rara: appartamenti inagibili e acquisiti al patrimonio comunale, i cui abitanti sottraevano luce ed acqua abusivamente. In quell’occasione il comandante procedette a due arresti.

“Non si fermerà il contrasto alla illegalità e indagheremo ulteriormente sui buoni spesa e sulle dichiarazioni tese ad ottenere un illecito beneficio”, fa sapere il Magg. Emiliano Nacar.