Marigliano, nuovo consiglio comunale convocato per il 9 dicembre: interrogazioni su TARI ed edilizia scolastica

0
2

Nuovo consiglio comunale in programma mercoledì 9 dicembre: la pubblica assise è stata convocata in seduta straordinaria dal presidente Dino Manna e si svolgerà sia in presenza presso l’aula consiliare del Comune che in videoconferenza, con modalità telematica a distanza.

Appuntamento alle ore 18:30 (con inizio previsto un’ora dopo) per la trattazione di ben 7 punti all’ordine del giorno:

  1. Salvaguardia degli equilibri di bilancio ed assestamento generale del bilancio 2020/2022;
  2. Commissioni Consiliari Permanenti – Integrazione nomina Consiglieri minoranza consiliare;
  3. Mozione: “Marigliano si ribella alle infamanti accuse espresse dal neo eletto sindaco di Pomigliano D’Arco – Discussioni e determinazioni”;
  4. Proposta istituzione Commissione COVID-19: Risoluzioni e Determinazioni;
  5. Mozione proposta dal cons. Sebastiano Guerriero in ordine a “Emergenza COVID-19 – determinazioni riguardo indennità di carica e gettoni di presenza”;
  6. Interrogazione presentata dal gruppo consiliare “Cambia con Noi” avente ad oggetto: Agevolazioni TARI per attività commerciali;
  7. Interrogazione presentata dal gruppo consiliare “Popolari” avente ad oggetto: Condizioni dell’edilizia scolastica e adeguatezza degli ambienti.

Molto atteso, dopo la conflittualità emersa nel corso dell’ultimo consiglio comunale, il dibattito sul secondo punto, dedicato alla composizione delle commissioni consiliari, un argomento che ha scatenato la minoranza fino alla minaccia di presentare ricorso al TAR.

Tuttavia, il punto più caldo resta forse il terzo, soprattutto alla luce del fatto che pochi giorni fa l’ex primo cittadino Antonio Carpino è stato trasferito dalla Calabria a Marigliano, dove ora sconta gli arresti domiciliari (senza soluzione di continuità da circa quattro mesi, dopo una decina di giorni trascorsi in carcere). La mozione presentata dalla minoranza chiede le scuse formali del sindaco di Pomigliano d’Arco, Gianluca Del Mastro, alla cittadinanza, per aver formulato delle frasi (una in particolare) considerate dai consiglieri di opposizione “infamanti”.

Di recente, ai nostri microfoni il consigliere Vincenzo Esposito aveva precisato che “la mozione non è presentata per dare sostegno al sindaco Carpino, la mozione viene presentata per dare sostegno all’uomo”. Eppure, alla notizia del ritorno di Carpino in città è stato proprio Esposito a commentare, scrivendo su Facebook: “Bentornato Antonio. Oggi Marigliano ritrova il suo sindaco”. Una dichiarazione che sembra stonare con il contesto, e a più livelli se si pensa che la magistratura aveva già invitato la politica locale a offrire un contorno di discontinuità con l’ex primo cittadino arrestato, che siamo già a quota due interrogazioni parlamentari per la richiesta di una commissione d’indagine in città, che Marigliano ha attualmente un sindaco democraticamente eletto (Peppe Jossa) e che Esposito è stato proprio colui che ha conteso fino all’ultimo all’avvocato la carica di sindaco nel corso delle recenti elezioni comunali di settembre.