CONDIVIDI

Alcuni cittadini mariglianesi hanno organizzato un flash mob a sostegno dell’ex sindaco Antonio Carpino, tuttora detenuto in carcere dopo l’arresto effettuato dalle forze dell’ordine la scorsa settimana. In poche ore l’iniziativa si è trasformata in un vero e proprio pomo della discordia, spaccando la comunità. Ma andiamo con ordine.

Nella giornata di ieri i social si sono attivati con grafiche e anche con una pagina evento realizzata ad hoc (oggi eliminata, forse proprio in seguito alle polemiche divampate) per sottolineare il sostegno a Carpino e comunicare i dettagli di un flash mob organizzato da un gruppo di cittadini per la serata di domani, venerdì 31 luglio. Questo il messaggio arrivato anche sugli smartphone di molte persone: “Venerdì 31 luglio dalle ore 20 alle ore 22 Piazza Municipio. Primo Flash Mob a sostegno di Antonio Carpino con mascherine e mantenendo la giusta distanza di sicurezza. Tu ci sarai? Suggerite anche nuove idee! Se non siete interessati liberamente potete uscire dal gruppo. Grazie”.

Marigliano è divisa: da una parte ci sono quei cittadini che, s’immagina liberamente e democraticamente, vorrebbero dimostrare anche in questo modo la loro vicinanza all’ex primo cittadino, coinvolto in una situazione umana a dir poco probante ma anche e soprattutto in una indagine della magistratura decisamente articolata, delicata e complessa che parla di camorra e 41-bis. Dall’altro lato abbiamo il resto della città che silenziosamente attende gli sviluppi giudiziari ma che stavolta ha anche reagito alla proposta di sostegno in piazza facendo notare come non sia il caso di sbandierare l’iniziativa a nome dell’intera città e sollevando anche una questione di opportunità: non sarebbe stato meglio, si domandano alcuni, concordare questa e altre manifestazioni con il collegio difensivo di Carpino?

Per giunta la città è orfana di una comunicazione istituzionale che al momento impedisce anche di sapere se, come nei comuni limitrofi, i contagi da Covid-19 siano in risalita o meno. Per il 3 agosto è stato convocato un consiglio comunale, verosimilmente l’ultimo di questa consiliatura, per l’approvazione della relazione sulla gestione e dello schema di rendiconto per l’esercizio finanziario 2019, unico argomento all’ordine del giorno. Si parlerà anche della situazione che coinvolge Carpino e, di riflesso, la cittadinanza nel suo complesso?