Madonna dell’Arco, taglio del nastro per il «Natale Mariano»

0
3214
15253628_356938601332337_2241343425318124867_n
Marinella Gifuni, Fabiana Sera, Babbo Natale (Antonio Iorio), Carmela Maiello, Candida Gifuni

Da oggi Babbo Natale aspetta i bimbi nell’aula polifunzionale che ospita l’esposizione rappresentativa del tessuto economico del territorio: ad interpretare Santa Claus c’è il 68enne Antonio Iorio, ex operaio Fiat in pensione. Il sindaco Abete: «Un’iniziativa bellissima e lodevole che attirerà tantissime persone».

È arrivato a bordo di una carrozza trainata da un cavallo bianco il Santa Claus del «Natale Mariano», raggiungendo il priore padre Alessio Romano, il sindaco Lello Abete e le organizzatrici della kermesse, responsabili dell’associazione «Girando Intorno al Vesuvio», Candida e Marinella Gifuni. Babbo Natale, al secolo l’ex operaio in pensione Antonio Iorio, ha preso posto sul trono sistemato nell’aula polifunzionale dove i bimbi, e non solo, hanno fatto la fila per potersi fotografare accanto a lui.

padre Alessio Romano e il sindaco Abete
padre Alessio Romano e il sindaco Abete

Finita la funzione religiosa nel Santuario erano stati padre Alessio e il padre provinciale dei domenicani, Francesco La Vecchia, ad accompagnare il sindaco Abete, con la sua vice Carmen Aprea, gli assessori Rossella Beneduce e Fernando De Simone, i consiglieri Franco Rea e Filippo Guadagni, nella prima visita del 2016 alla mostra di presepi nei sotterranei del Santuario nonché alla grotta di Babbo Natale. Poi, in un percorso illuminato e con il sottofondo di jingles natalizi, la presentazione della speaker Fabiana Sera e il taglio inaugurale del nastro che ha permesso agli ospiti di accedere all’esposizione nell’aula polifunzionale e alle vetrine gastronomiche e natalizie all’esterno della sala.15220263_356939061332291_3165030521756908030_n

Un ventaglio di stand con decorazioni, dolciumi, artigianato, servizi, arredi e moda, campionario rappresentativo del locale tessuto economico. «Madonna dell’Arco è il fulcro del nostro territorio e il Santuario è non solo simbolo di religiosità ma attrazione turistica – ha detto il sindaco Abete – e dopo tantissimi anni un’apertura da parte dei Domenicani, con il priore padre Alessio Romano, fa sì che la “città” entri nel Santuario. Una iniziativa bellissima e lodevole, non posso che complimentarmi con l’organizzazione. Sono certo che nel corso di questo mese, tantissime persone dal circondario e oltre avranno modo, magari per la prima volta, di visitare le nostre bellezze».

15220213_356939224665608_6592178636275668267_nTra gli espositori, Amway, Caffè Masulli (dal 1927), Cantine Mediterranee, Cavaliere Francesco Spinosa, Chalet Arcogelo, Cloe Mon Mariage, Crisma Fashion Brand, Danykla Creazioni, De Francesco Fiori, De Simone Camicie, Dolci Momenti, Edil Euro ceramiche, Fag Storage, Favolandia, Il Rosticcione, Ines Torino Atelier, Alfa di Aliperti, Magnetta (open space unlimited inspiration fragrance & wine), Marzano biciclette,  Exclusive Fit Cakes, Miranda Mobili, Montella Vetri, Montini Spa, Piccoli Lussi, Real Frutta – Sister’s Bakery, Scala Office, S.A. Tiuke, Spadaro Dueelle Arredamenti, Surgelandia Street Food, Supermercati Piccolo, Tecnocasa, Theobroma cioccolateria, Comitato Festa Madonna dell’Arco, Associazione San Ciro Onlus, Mondo Rame, Mario Compostella.

Il cavallo bianco che trainava la carrozza sulla quale è arrivato Babbo Natale per l’inaugurazione è stato un gentile omaggio di Angelone (La Dolce Sosta).

Il percorso del Natale Mariano che comprende la visita alla mostra di presepi nei sotterranei, al museo ex voto e infine all’esposizione nell’aula polifunzionale è gratuita e disponibile negli orari 16, 30 – 21,30 (giorni feriali) 9, 30-13, 30/16, 30 – 22, 30 (festivi).