CONDIVIDI
Ospedale di Nola

Riceviamo dal responsabile comunicazione Movimento 5 Stelle al Consiglio regionale della Campania e pubblichiamo.

“Le nostre battaglie per impedire la destinazione dell’ospedale di Nola a presidio esclusivo Covid, hanno sortito gli effetti sperati. È di queste ore la comunicazione, della direzione sanitaria del Santa Maria della Pietà, che cominceranno a breve i lavori per allestire un pronto soccorso temporaneo per l’accesso di tutti i pazienti non contagiati, con percorsi differenziati, una suddivisione dei reparti e la creazione di un’ala esclusiva per i pazienti Covid. Una grande notizia per il comprensorio Nolano, dove il timore era che si sospendessero tutte le attività emergenza urgenza e di assistenza per ogni tipo di patologia tempo dipendente, come infarti e ictus, in un ospedale che rappresenta un riferimento fondamentale in un territorio di oltre mezzo milione di abitanti. Un’assistenza che, in questa fase drammatica, è stata garantita grazie allo straordinario lavoro del personale sanitario”. Lo annuncia il deputato del Movimento 5 Stelle Luigi Iovino.

“È stata trovata la soluzione ideale – sottolinea Iovino – che consente di ampliare la rete di assistenza Covid, senza trascurare tutte le altre patologie. Una vittoria figlia della collaborazione a ogni livello istituzionale tra sindaci, consiglieri regionali e parlamentari del comprensorio, che hanno lavorato sotto l’unica bandiera del sacrosanto diritto alla salute di tutti”.