Esercito in azione tra Somma, Sant’Anastasia e il Vesuviano: stop alle carrozzerie

0
1863

. L’Esercito Italiano e le Forze dell’Ordine, coordinate e dirette dal Vice Prefetto Filippo Romano, hanno condotto fra il 14 e il 18 novembre una serie di controlli straordinari nelle province di Napoli e Caserta.

La costante e attenta sorveglianza del territorio, ha consentito di individuare molteplici obbiettivi nelle scorse settimane che sono stati poi sottoposti a controllo dalle pattuglie sul terreno.

Il 16 novembre nei Comuni di Aversa, Carinaro, Teverola e Lusciano, con ordinanza dalla Questura di Caserta, è stato posto sotto sequestro a Lusciano  un immobile, con 2 denunce e ammende per 124 mila Euro, mentre a Teverola un’auto carrozzeria è stata sanzionata con una multa di circa 13 mila Euro.  All’operazione hanno partecipato i Bersaglieri della Brigata Sassari con funzioni di agente di P.S., Carabinieri e Polizia Municipale di Lusciano, CC Forestali di Vairano Patenora, Polizia Metropolitana di Napoli e Guardia di Finanza, Polizia Municipale e funzionari della ASL di Aversa.

  

Il 17 novembre, con ordinanza della Questura di Napoli, che ha interessato i comuni di Sant’Anastasia, San Gennaro VesuvianoOttaviano e Somma Vesuviana, sono  state sequestrate 5 attività commerciali, denunciate 7 persone, confiscati 7 veicoli ed elevate sanzioni per circa 480 mila Euro. L’operazione è stata condotta  dalla Guardia di Finanza di Casalnuovo e Ottaviano e il ROAN di Napoli, Cavalleggeri delle “Guide” 19° con funzione di agente di P.S., la Polizia di Stato di San Giuseppe Vesuviano e Ponticelli, le Polizie Municipali e i Carabinieri di Sant’Anastasia e Somma Vesuviana e i CC Forestali di San Sebastiano al Vesuvio e Ottaviano .

 

Nella settimana, con il costante monitoraggio e presenza delle Pattuglie sul territorio, il Raggruppamento “Campania” dell’Esercito Italiano ha dato un forte impulso all’attività di prevenzione e repressione dei reati ambientali. Infatti, controlli e verifiche, a tappeto, hanno portato a vari fermi per identificazione in diverse località note per lo sversamento di rifiuti. In totale sono stati fermati in flagranza 5 autoveicoli e sanzionate 6 persone, per un totale di circa 30.000 Euro e 2 persone deferite all’Autorità Giudiziaria. Molteplici le irregolarità, dal trasporto e/o sversamento illecito di rifiuti, materiali illecitamente detenuto e scarti di lavorazione oltre a violazioni del Codice della Strada. I comuni interessati sono stati San Giuseppe Vesuviano, Castel Volturno, Torre del Greco, Marcianise ed in ultimo Frignano.

Il Terzo Reggimento Bersaglieri, cui al momento è affidata l’operazione in “Campania”, ha inoltre pianificato e coordinato un’ulteriore serie di controlli, conducendo azioni congiunte con Polizia Metropolitana di Napoli a Castel Volturno e con i Carabinieri Forestali e territoriali e Polizia Municipale a Secondigliano. In particolare il 15 novembre è stata sequestrato un’officina meccanica, controllati 70 autoveicoli e comminato ammende per circa 257 mila Euro con deferimento all’Autorità Giudiziaria ed il 18 novembre sequestrata un’autofficina ed un’auto carrozzeria ed elevate sanzioni per 127.000 Euro  con deferimento all’Autorità Giudiziaria.

L’impegno delle donne e degli uomini dello Stato nella “Terra dei Fuochi” non si ferma e mette a segno importanti colpi contro l’illegalità, l’abusivismo, lo smaltimento illecito di rifiuti e il malaffare, a favore e in difesa di cittadini e territori.