Home Avvenimenti Escursione sul Vesuvio in compagnia di un geologo che racconta la storia...

Escursione sul Vesuvio in compagnia di un geologo che racconta la storia del vulcano “formidabile”

409
0
CONDIVIDI

Domenica 5 maggio l’associazione “no- profit” “DiamoUnaMano” organizza una speciale escursione sul Vesuvio, “guidata” dal geologo ottavianese Vittorio Emanuele Iervolino. Particolare è il contributo che i partecipanti daranno alle iniziative di solidarietà in cui è impegnata l’associazione.

 

L’escursione, promossa dal geologo ottavianese Vittorio Emanuele Iervolino, sarà un rito della vera conoscenza, perché i partecipanti, percorrendo i circa 12 Km. dell’ascesa che va dalle pendici del Somma alla cresta, scopriranno l’incanto dell’ambiente naturale e dei paesaggi che si aprono agli sguardi avidi di bellezza, “sentiranno” il fascino misterioso della Valle dell’Inferno, conosceranno la storia di una Montagna che le sue lave e i suoi lapilli hanno modificato nei secoli, ma che infine pare che sia rimasta immutata, che sia ancora quella che seppellì nel 79 d.C. Pompei e Ercolano. Il geologo parlerà al gruppo anche del rischio vulcanico, del rischio sismico e dei “codici” di comportamento approntati dalla Protezione Civile.  L’ escursione, a cui possono partecipare non più di 30 persone – il percorso non è adatto ai bambini – è organizzata da un’associazione “no- profit” napoletana, la “DiamoUnaMano”, che da oltre 20 anni è sempre presente dovunque ci sia bisogno di aiuto. I partecipanti all’escursione non pagheranno ticket né agli organizzatori, né al geologo, ma consegneranno, ciascuno, “una spesa di 10 euro di prodotti alimentari non deperibili”, che la “DiamoUnaMano” provvederà a consegnare ad alcune famiglie bisognose. A tutti i partecipanti verrà consegnato, a ricordo dell’escursione e dell’iniziativa, il braccialetto dell’associazione. Ci piace notare che l’escursione avviene in un momento in cui Somma Ves.na celebra la Madonna di Castello e Ottaviano prepara la Festa in onore di San Michele: dunque, un “momento” da sempre importante per la storia del Vesuvio e del suo territorio.

Aveva ragione Giacomo Leopardi: il Vesuvio “formidabile” mette paura, ma a chi sa leggere la Natura e la Storia insegna anche i valori della solidarietà.