De Luca rinuncia alla quarta linea del termovalorizzatore, Legambiente esulta

0
565

ACERRA. Il Presidente De Luca rinuncia alla realizzazione della quarta linea dell’inceneritore di Acerra. Legambiente: “Laudato si! Finalmente, ci viene da dire, quella della quarta linea era un scelta sbagliata e anacronistica”

“Folgorato sulla via di damasco il Presidente De Luca si ravvede sulla realizzazione della quarta linea del termovalorizzatore dopo l’incontro con il Vescovo di Acerra. Laudato si ! Finalmente, ci viene da dire, quella della quarta linea era un scelta sbagliata e anacronistica. Come Legambiente abbiamo sempre ribadito che con una raccolta differenziata spinta a regime, insieme ai necessari impianti di riciclo, non c’è bisogno di altre linee e altri impianti di incenerimento.

La strada da percorrere passa dal rilancio e investimento sulla raccolta differenziata che è in stallo su molti territori, a dispetto dell’impegno e dello sforzo di centinaia di comuni ricicloni che fanno performance importanti di raccolta. Con la marcia indietro della Regione non c’ è più nessun alibi. Auspichiamo la stessa comunione di intenti fra la Regione,le comunità locali e le autorità religiose al fine di superare diffidenze e ostacolo che bloccano la realizzazione degli impianti necessari di riciclo,a partire dai digestori anaerobici ed uscire dalla sindrome Nimto e Nimby per dimostrare che anche in Campania è possibile realizzare l’economia circolare come dimostrano le tantissime aziende virtuose.” In una nota Legambiente Campania e Legambiente Acerra esprimono soddisfazione sulla decisione del Presidente della Regione Vincenzo De Luca di rinunciare alla realizzazione della quarta linea dell’inceneritore di Acerra