De Luca prende un caffè dopo la stesa al Parco Verde. Tutti a guardare (compresa l’armata Meloni)

0
1460
Caivano, caffè nel bar vicino al luogo della stesa e visita senza scorta: la strategia di De Luca contro l'

Caivano. È diventato virale il video del presidente De Luca che ieri si è recato da solo a prendere un caffè in un bar poco distante dal luogo della stesa dell’altra notte.

Da quando si è diffusa la notizia delle violenze subite dalle due cuginette tredicenni nel Parco Verde di Caivano si sono riaccesi i riflettori su una realtà in cui a dominare è la criminalità organizzata in un ambiente fatto di degrado, di assenza di cultura, di socialità, di servizi. Da quel momento è iniziata la sfida tra i clan della malavita e lo Stato, con tre stese nel giro di pochi giorni in risposta alla visita della premier Meloni al Parco Verde, ai blitz delle forze dell’ordine e all’aumento dei controlli. “Risponderemo colpo su colpo: non ci fate paura. Lo dico alla criminalità organizzata che a Caivano pensa di intimidirci con le sue paranze”. Questo, assicura Meloni parlando all’assemblea di Fratelli d’Italia e rispondendo agli spari all’impazzata da parte della camorra.

Le diverse strategie di Meloni e De Luca

E mentre “l’armata Meloni” ha scelto la strategia del pugno di ferro per la lotta alla criminalità organizzata e per la riqualificazione dell’area del Parco Verde, il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca sceglie la strada della provocazione diretta e si prende beffa dei poderosi atti dimostrativi dello Stato con un semplice caffè. Infatti, ieri mattina il governatore ha pubblicato sui social un breve video in cui si vede viene ripreso mentre beve un caffè in un bar di Caivano poco distante dal luogo dell’ultima stesa avvenuta nella notte tra l’11 e il 12 settembre. “Venire da solo a prendere un caffè a Caivano ha un gusto fantastico”, queste le parole del presidente che si è recato a Caivano senza alcuna scorta e senza avvisare le forze dell’ordine, a bordo di una vettura insieme a un funzionario della Regione.

Le parole di De Luca prima della visita al Parco Verde

De Luca, come suo solito, non le manda a dire al Governo a cui oppone ironia e sarcasmo.  Secondo fonti di palazzo Santa Lucia, De Luca si è anche fermato a parlare con i passanti in zona, i quali gli hanno chiesto impegno per gli interventi di riqualificazione del territorio. La Regione ha sottolineato come la scelta di De Luca di recarsi al Parco Verde di Caivano senza scorta è stata presa per evidenziare di non avere nessun timore della camorra all’indomani della stesa.

Poco prima di questa breve visita a Caivano, De Luca aveva dichiarato le sue perplessità sull’operato del Governo per il Parco Verde: “I blitz servono a poco, bisogna raddoppiare o triplicare le forze dell’ordine stanziate in modo permanente sul territorio. Servono pattuglie in strada 24 ore su 24, e anche le telecamere sempre accese dappertutto. Problemi di privacy? Quando si è in guerra, si è in guerra. E ognuno faccia il suo dovere, non solo parole come sento in questi giorni”.

Link del video: https://fb.watch/n1cHBsAcID/

Fonte immagine: rete internet.