Da Capri all’area nolana, prosegue il programma degli eventi del progetto “Una catena tra terra e mare”

0
266

Capri. Riceviamo e pubblichiamo:

Capri. La flor azul, folklore dell’Argentina e dintorni: prosegue il programma degli eventi che rientrano nel cartellone del progetto “Una catena tra terra e mare, dall’ager nolanus all’isola azzurra” che ha messo in rete Saviano, comune capofila, con Capri, Carbonara di Nola, Casamarciano, Liveri e San Paolo Bel Sito. L’appuntamento con il duo composto da Luigi Catuogno, chitarra e charango, e Riccardo Pecoraro, voce e chitarra, é per le 18,30 di oggi nella chiesa evangelica luterana di Capri. Ad introdurre la serata sarà il professor Renato Esposito.

La kermesse di oggi arricchisce il calendario della rassegna culturale e musicale “Sol De Mayo” che proseguirà anche nel fine settimana.

Alle 18 di domani, venerdì 24 maggio, nell’auditorium del centro congressi dell’isola azzurra si terrà il concerto del duo Alma Porteña con Maximiliano Soccodato e Sossio Arciprete. Prevista la partecipazione straordinaria del maestro Pietro Guastafierro.

Sabato 25 maggio, nella chiesa di Santo Stefano partirà da Capri il messaggio di pace per tutte le culture umane attraverso l’opera “Misa Criolla” di Ariel Ramirez. Con la direzione di Ilena Cafiero alle 11 é prevista l’esibizione del coro della “cattedrale di Sorrento”, della voce solista di Leopoldo Punziano, del Duo Alma Porteño, di Maximillano Soccodato e Sossio Arciprete, di Pietro Guastafierro, di Catello Tucci ed Andrea Stipa.

Unico il filo condutture delle iniziative promosse sull’isola azzurra che in questo modo ha voluto sottolineare lo stretto legame con l’Argentina, dove é presente una folta comunità isolana che non ha mai reciso i legami con la terra d’origine e che sono tenuti vivi anche grazie alla fede nei confronti di San Costanzo, patrono di Capri.

Ed é proprio la fede l’elemento che, insieme con le tradizioni culturali e gastronomiche locali, l’anello di congiunzione tra la rinomata meta turistica della Campania ed i Comuni dell’area nolana che hanno unito le forze per valorizzare i propri patrimoni culturali, religiosi ed agricoli.

Il progetto “Una catena tra terra e mare, dall’ager nolanus all’isola azzurra”, è stato finanziato dal POC Campania 2014-2020. Rigenerazione urbana, politiche per il turismo e la cultura. Programma unitario di percorsi turistici di tipo culturale, naturalistico ed enogastronomico di portata nazionale e internazionale. La direzione artistica é affidata a Corrado Taranto.