CONDIVIDI

Da oggi tutte le regioni italiane tornano in zona rossa per tre giorni. L’ennesimo lockdown per cercare di limitare spostamenti e assembramenti durante le festività pasquali.

Per questo il Viminale, durante il Comitato nazionale per l’ordine e la sicurezza, ha chiesto ai prefetti di intensificare i controlli. In particolare le forze dell’ordine, che saranno in campo con 70 mila unità, dovranno presidiare le aree urbane più esposte al rischio di assembramenti, parchi, litorali, arterie stradali e autostradali, stazioni, porti e aeroporti. Un monitoraggio “rigoroso” ma equilibrato – come l’ha definito il ministro dell’Interno, Luciana Lamorgese – per verificare il rispetto delle norme anti-covid che da sabato a lunedì vietano gli spostamenti anche nel proprio comune, se non per andare a trovare parenti o amici in massimo di due persone, con minori di 14 anni conviventi. E’ inoltre sempre possibile svolgere attività motoria, ma solo in prossimità della propria abitazione, e attività sportiva all’aperto in forma individuale.

La Campania resta in zona rossa anche dopo Pasqua. “Oggi vi sono tutte le condizioni per cominciare il cammino per uscire da questo calvario, a condizione che non commettiamo errori, non sbagliamo, manteniamo il massimo di razionalità. Ci sono le condizioni per metterci alle spalle questi mesi e questo anno di drammatica pesantezza per la vita di ognuno di noi”. Così il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, nella consueta  diretta Fb del venerdì.

(fonte foto: rete internet)