Comiziano, l’amministrazione comunale cade dal notaio: “Vincono i personalismi”

0
538

Comiziano. Con un atto formale del notaio: Carmela Cavallaro (vice-sindaco), i consiglieri di maggioranza Del balzo Pietro e Angelo Matteucci e consiglieri di opposizione Tortora Nicola, De luca Giovanni e De Luca Vincenzo si dimettono. 

Termina così l’esperienza dell’amministrazione guidata dal sindaco Nappi che sui social lascia un comunicato importante per informare la cittadinanza.

“Io vi invito tutti a fare un’unica riflessione:
Nel momento storico in cui Comiziano stava iniziando a svilupparsi come importante realtà del territorio portando avanti progetti fermi da moltissimo tempo, questi signori, guidati dalla Cavallaro, hanno bloccato l’azione democratica facendo cadere l’amministrazione.

Un atto senza dignità, che può nascondersi dietro qualunque messaggio ma non dietro quello del “bene comune”.
Un aspetto scellerato, in vista anche del voto sul rendiconto.

Chi sceglie la vita politica dovrebbe sapere che il mestiere del rappresentante dei cittadini si basa innanzitutto sulla rappresentanza e sull’amore per la propria terra.
Cose queste, che non sembrano appartenere a chi ha impedito il bene della “cosa pubblica” per un unico scopo: concorrere ad un potere più grande.

Diciamola quindi tutta la verità:
Ormai le velleità di correre alla carica di sindaco sono state svelate a tutti”.