Cholito e Meret, alla Scala del calcio si impongono le (ex) comparse

0
201

Nel posticipo della domenica sera il Napoli conferma il trend positivo dell’ultimo periodo, vincendo per 1-2 in casa dei campioni d’Italia del Milan, che non perdevano in campionato dallo scorso gennaio. Grazie a questo successo gli azzurri arrivano alla sosta in vetta alla classifica, insieme ad una sorprendente Atalanta. Non si può dire che il Napoli abbia brillato sul piano del gioco, specie nel primo tempo, quando il Milan ha rischiato più di una volta di passare in vantaggio ed è stato fermato da un superlativo Meret.

Nel secondo tempo la squadra è entrata in campo con uno spirito diverso, riuscendo a sfruttare tutte le occasioni avute a disposizione e resistendo con grinta agli assalti finali dei rossoneri, in un San Siro che era diventato una bolgia. Sono stati vari i calciatori determinanti, ma è giusto sottolineare in primis la grande prova di Meret, autore di una parata clamorosa su Giroud, evitando che la partita prendesse una piega diversa, e altri interventi efficaci. Altra prestazione sontuosa è stata quella di Mario Rui, il migliore probabilmente nei 4 di difesa, che ha annullato la fascia destra del Milan ed ha servito un assist al bacio per Simeone, che poi con una splendida torsione di testa ha regalato i 3 punti al Napoli. Il Cholito continua a segnare gol pesanti, confermando la bontà del suo acquisto e dimostrando di essere più di un’alternativa a Osimhen e Raspadori.

Chiosa finale su Lobotka, che dopo un primo tempo leggermente in ombra per meriti anche del Milan, nel secondo tempo è salito in cattedra, conducendo la fase di impostazione in maniera magistrale.