CONDIVIDI

Anche in questa edizione del concorso internazionale dedicato ai giovani studiosi di Bruno l’Italia meridionale tiene banco, con il primo premio assegnato a uno studente messinese.

Calato il sipario sulla quattordicesima edizione del Certame Bruniano, il concorso internazionale sul pensiero e sulle opere del filosofo nolano che quest’anno ha radunato a Nola 146 ragazzi provenienti da trentaquattro istituti superiori e tre università italiane. Un evento impegnativo organizzato dal comune di Nola e dalla Fondazione Parco Letterario Giordano Bruno con l’ausilio di diversi partner, tra cui l’Agenzia di Sviluppo per l’Area Nolana e il comune di Casamarciano, Lions Club, Rotary, Pro Loco Nola, Meridies.
Mercoledì scorso l’inaugurazione ufficiale dell’edizione 2015 con lo spettacolo teatrale “Giordano Bruno, tutto chiaro”, a cura della compagnia I ragazzi dell’assemblea per la voce, seguito giovedì sera dall’allestimento in piazza Duomo di un planetario d’occasione per una lezione di astronomia con i professori Giovanni Paglioli e Abele Onnembo. Venerdì 17 il giorno della prova, tradizionalmente ospitata dal liceo classico Carducci e quest’anno riguardante l’opera “De gli eroici furori”. Svago e relax per i giovani partecipanti del Certame nella giornata di sabato 16, con i diversi appuntamenti convegnistici e itineranti in programma.
Ieri mattina, nel Salone dei Medaglioni del Palazzo Vescovile, la premiazione. Ad aggiudicarsi il primo premio, del valore di 2.000 euro, Sergio Lombardo, studente del Liceo Trimarchi di Messina, mentre per la categoria degli universitari il premio, 1.000 euro, è andato a Francesco Velotto, della Pontificia Facoltà Teologica dell’Italia Meridionale. Tornano a casa vincitori anche Aurora Nesta del liceo Orazio Flacco di Potenza, Aurora Mella del Liceo Giannone di Benevento, Miriam Richichi del Liceo di scienze umane e linguistiche Gulli di Reggio Calabria e Francesco Casilli del Liceo Scientifico De Riggi di Lecce. A loro anche i premi pecuniari, rispettivamente di 1.000, 700, 500 e 300 euro, mentre menzione speciale è andata ad altri cinque studenti: Stefano Martelli, Antonio Di Meglio, Alfonso Malafronte, Martina Ingrosso, Virginia Presi.
Per il Certame Bruniano il comune di Nola ha stanziato alla Fondazione Parco Letterario Giordano Bruno, presieduta dal professor Aniello Montano, un contributo di 42.000 euro, solitamente utile alle sole spese organizzative, ai quali si aggiungono i budget per i premi, offerti dai diversi partner della manifestazione.