Campania, Covid-19, aumento dei contagi: sono 622 i nuovi positivi nelle ultime 24 ore

0
3

Secondo il bollettino ufficiale della Regione Campania, i contagi da Covid-19 stanno nuovamente risalendo. Sono 622 i nuovi casi registrati solo nelle ultime 24 ore su più di 14mila tamponi effettuati che porta il tasso di positività ad un nuovo balzo in avanti, esattamente a 8,62 %.

 

Sono invece 3 i decessi delle ultime 24 ore causa coronavirus mentre aumenta anche il numero dei ricoveri: attualmente sono 319 i pazienti ricoverati di cui la maggior parte però si trova in reparti di degenza ordinaria. Questa la differenza sostanziale rispetto all’estate 2020: i numeri delle persone ricoverate in reparti di terapia intensiva risulta essere minore rispetto allo scorso anno, segno, dunque, che il vaccino contro il Covid-19 riesce, almeno in parte, a contrastare anche la variante Delta.

Certo, è ancora presto per essere certi dell’efficacia totalitaria dei vaccini soprattutto contro le nuove varianti ma al momento i dati forniti dal Governo e dalle singole regioni sono alquanto positivi.

Intanto, con l’inizio delle vaccinazioni anche per gli under 15 si ha una buona speranza per la riapertura delle scuole in Campania e per permettere ai ragazzi di frequentare le elezioni finalmente in presenza. Le somministrazioni del vaccino effettuate fino ad oggi sono state 6.908.009, di cui 3.758.666 di cittadini hanno ricevuto almeno la prima dose.

La Campania resta tra le prime regioni in Italia per quanto riguarda la rapidità di somministrazione del vaccino contro il Covid-19 (circa 14 mila al giorno tra prime e seconde dosi), come ha sostenuto il Governatore De Luca, il quale ha nuovamente espresso il suo pensiero sulla recente discussione dell’obbligo vaccinale: ” Credo sia sbagliato prendere mezze misure che hanno come unico effetto quello di prolungare all’infinito la stagione del covid. Personalmente non avrei dubbi su una decisione da prendere a livello nazionale: rendere obbligatoria la vaccinazione. È una cosa obiettivamente complicata, c’è un problema di controlli, ma se vogliamo uscire definitivamente dal Covid dobbiamo prendere decisioni impegnative.”