Azione, consigliere e assessore al fianco dell’amministrazione: il giallo dello strappo interno

0
529

Riceviamo e pubblichiamo

Ho preso atto nei giorni scorsi del comunicato di Acerra in Azione, partito nel quale milito e nel quale sono iscritto insieme all’assessore Nicola Pintauro.

Premetto che a tutt’oggi io, l’Assessore e parte degli iscritti al partito non abbiamo avuto riscontro sulla fondatezza del comunicato pubblicato sui social, in quanto mai comunicatoci direttamente come ormai consuetudine da parte di alcuni iscritti al partito, i quali dopo la tornata elettorale di giugno scorso, hanno sempre escluso noi rappresentanti del partito in amministrazione, senza mai sollevare dubbi, fondatezze e/o proposte sull’operato dell’Amministrazione; mai siamo stati invitati ad un netto e democratico confronto di gruppo, tant’è che gli esponenti di Azione non hanno mai chiesto un incontro né con il sindaco, né tantomeno con il Consigliere e/o l’Assessore presenti in Amministrazione; dal periodo successivo alle elezioni il segretario ed alcuni esponenti del partito ci hanno sempre esclusi da qualsivoglia forma di partecipazione, incontri e/o partecipazione ad eventi a livello locale e non.

Entrando nel merito poi del comunicato, in qualità di esponente e (purtroppo!) unico rappresentante del partito in Consiglio Comunale come Consigliere, insieme all’Assessore, preciso di prendere le nette distanze da quanto enunciato, per una serie di motivazioni personali e politiche; intanto non credo sia utile ragionarne in Consiglio comunale poiché quello semmai è il luogo dove si dibattono i problemi della città e non le minuscole vicende di partito;

pertanto, io consigliere iscritto ad Azione ed eletto nella lista di Azione al Consiglio Comunale, congiuntamente all’assessore Pintauro anch’egli iscritto ad Azione ed in rappresentanza di buona una parte degli esponenti della stessa lista e del partito, alla luce di quanto posto, ribadiamo fermamente e nettamente, di condividere e dare pieno sostegno al progetto politico dell’Amministrazione, non condividendo né tantomeno convergendo su alcun punto esposto nel comunicato, consapevole che per il raggiungimento degli obiettivi che ci siamo preposti, occorre del tempo, (9 mesi sono pochi per tirare le somme), ma soprattutto occorrono impegno e competenze, prerogative che appartengono a noi tutti.

Infatti proprio il credo in tali principi, il credo nelle coalizioni con i vari partiti e nel programma di governo condiviso, il credo nella persona dell’allora candidato Sindaco, dott. D’Errico e nel suo programma, che abbiamo condiviso con i nostri elettori in campagna elettorale, ha fatto sì che la lista ottenesse un lusinghiero successo e, nel rispetto di tali persone, delle loro ideologie e idee occorre continuare lavorare a netta soddisfazione della fiducia che essi hanno riposto in noi.

Tradire l’amministrazione significherebbe tradire gli elettori tutti che consapevolmente e convintamente ci hanno collocati da questa parte!

Grazie

Il Consigliere Zito Domenico

l’Assessore e una parte degli iscritti e dei candidati della stessa lista “Azione”