Home Comunicati Stampa Arzano, “topi d’appartamento” arrestati dai Carabinieri. Uno è rimasto incastrato in un...

Arzano, “topi d’appartamento” arrestati dai Carabinieri. Uno è rimasto incastrato in un cancello durante la fuga

CONDIVIDI

Erano le 4.20 circa quando tre persone hanno scassinato la finestra di un’abitazione di Vico Pellegrino ad Arzano e portato via alcuni monili in oro. Un vicino ha sentito il frastuono e ha allertato il 112: immediato l’intervento dei Carabinieri della tenenza di Arzano che hanno bloccato i malviventi mentre tentavano di scavalcare una delle pareti perimetrali del cortile.

Tutti di Arzano e già noti alle ffoo – Giuseppe Belgiorno, 52enne, Vincenzo De Sica, 19enne e Fabio Bartolomeo 27enne – sono stati arrestati e sono ora in attesa di giudizio.

Secondo quanto ricostruito dai militari, i tre – approfittando dell’assenza dei proprietari  – avevano sfondato la finestra di un appartamento al piano terra per poi raggiungere quello del piano superiore. Poco prima di fuggire gli uomini sono riusciti a portar via tre collanine con un rosario, un paio di orecchini ed un ciondolo: oggetti già restituiti al legittimo proprietario.

Uno dei malviventi – Fabio Bartolomeo – è rimasto incastrato nel cancello dal quale aveva tentato la fuga: per lui contusioni ritenute guaribili in tre giorni.
Sequestrati un palanchino in metallo, un cacciavite, un cappellino e tre passamontagna, rinvenuti nel cortile antistante alle abitazioni “visitate”.
I tre dovranno rispondere di furto in abitazione.