Anche quest’estate ce ne andremo al mare…

0
335

Quarant’anni e sembra scritta ieri. Dal 7 giugno scorso è possibile ascoltare la nuova versione di “Un’estate al mare”, la celebre hit di Giuni Russo scritta da Franco Battiato e da Giusto Pio che proprio in questi giorni compie ben quarant’anni!

Il brano è il più grande successo discografico dell’interprete palermitana. Entrò in classifica il 7 agosto del 1982 per rimanerci fino al 20 novembre dello stesso anno, salendo di giorno in giorno fino ai vertici della Top Ten.

Il testo parla di una prostituta che sogna una vacanza al mare e una pausa dalle difficoltà della sua vita (“nelle sere quando c’era freddo si bruciavano le gomme di automobili…”).

Con questo brano Giuni Russo diede una significativa testimonianza della sua notevole estensione vocale, spaziando dai toni bassi fino all’imitazione del verso dei gabbiani mediante l’emissione di note acutissime. In due parti del brano, inoltre, è Franco Battiato stesso a cantare come seconda voce.

La nuova versione del brano, uscita in un’edizione speciale su vinile 12″ pollici, è stata pubblicata nei digital store e su tutte le piattaforme di streaming musicale.

Nelle scorse settimane Maria Antonietta Sisini, storica coautrice e produttrice di Giuni Russo, ha svelato alcuni retroscena inediti sulla creazione del brano: “In origine la prima strofa della canzone diceva: Per le strade mercenarie del sesso, che procurano fantastiche erezioni, ma Giuni quella parola così esplicita non voleva cantarla. Per accontentarla Franco Battiato trasformò le erezioni in illusioni. Altra strofa diceva: Questa è l’era della distruzione ma per Giuni era negativa e diventò Questa estate ce ne andremo al mare“.

Per celebrare l’anniversario la Giuni Russo Arte ha pubblicato anche un nuovo video del brano, colonna sonora imprescindibile e indimenticabile delle estati italiane.