Aggressioni in ospedale, sindaco e Lettieri vanno dagli operatori della clinica picchiati

0
785

ACERRA – Il sindaco di Acerra, Tito d’Errico, ed il presidente del Consiglio comunale, Raffaele Lettieri, sono stati in queste ore nella clinica Villa dei Fiori dove hanno incontrato gli operatori sanitari vittime di aggressione tra gennaio e marzo.

“A loro va tutta la vicinanza dell’amministrazione comunale – ha sottolineato d’Errico – Villa dei Fiori è un presidio sanitario fondamentale per il nostro territorio: invito i miei concittadini e tutta l’utenza a rispettare il lavoro di medici ed infermieri assumendo comportamenti decorosi e civili. E’ irragionevole e non ha alcuna giustificazione danneggiare o addirittura distruggere i luoghi deputati a curare la nostra salute, mortificando inoltre chi vi opera dentro”.

L’ultima aggressione è avvenuta a metà marzo, quando dieci persone hanno aggredito uno degli infermieri nel pronto soccorso dove era stato portato un loro congiunto. Poche settimane prima, a subire violenza erano state due infermiere ‘colpevoli’ di non aver voluto dare precedenza nel pronto soccorso ad un 17enne.

“A tutti i miei concittadini – ha concluso il sindaco – chiedo in particolare di tutelare il pronto soccorso del ‘nostro ospedale’ affinché questa vera e propria eccellenza del territorio venga protetta con l’attenzione necessaria e la massima sollecitudine. Ci attiveremo con le istituzioni preposte, inoltre, per chiedere che venga attivato quanto prima un presidio di polizia”.