Acerra, il neosegretario è un caso: “Lascerà subito dopo il Consiglio”

0
592
comune di acerra

Acerra – “Se le voci di queste ore circa la volontà del neo Segretario Generale di lasciare il Comune di Acerra, dopo pochi mesi e subito dopo il Consiglio comunale del 30 settembre, venissero confermate, sarebbe la controprova dell’impossibilità di garantire la legalità e l’imparzialità dell’azione amministrativa alle leggi – dichiara Andrea Piatto, capogruppo di X Acerra Unita. Siamo davanti ad un record negativo dell’Amministrazione comunale: 2 Segretari Generali che fuggono in poco più di un anno è raro a vedersi”.

“Credo che il lavoro incessante fatto dall’opposizione, a volte nemmeno capito da qualche pezzo della stessa opposizione, che mi ha accusato di essere troppo rigoroso e fiscale – aggiunge Andrea Piatto – porta oggi a scoprire che la democrazia è strada lunga e fatta di curve, ma da percorrere tutta con studio e passione. Penso che dopo tante questioni sollevate e con esiti evidentemente a nostro favore, l’ultima che riguarda uno strano rapporto con un Comune vicino abbia fatto definitivamente comprendere al neo Segretario Generale che sulla sua testa e con la sua firma avvengono cose che meritano l’attenzione di altri poteri dello Stato”.

“Al Sindaco d’Errico chiediamo di prendere atto della sua incapacità a rendere refrattaria la macchina comunale da pressioni e condizionamenti – conclude Piatto – denunciati da noi ma anche dai sindacati. Gli avvisi di garanzia ai dirigenti, notizia appresa dagli organi di stampa, e i problemi con la giustizia di diversi componenti della maggioranza, credo che lo debbano indurre a prendere atto che la parola continuità è già sinonimo di fallimento”.