Udi Napoli, le donne incontrano De Magistris: “Prima di tutto restituire”

0
256

Le associazioni femminili e femministe di Napoli accusano il governo cittadino di essersi reso responsabile di una serie di disattenzioni e omissioni proprio sulle conquiste civili delle donne

Alle quindici di ieri, martedì 22 aprile, le associazioni femminili e femministe di Napoli hanno incontrato il Sindaco De Magistris.
Le donne di Napoli hanno costruito, coinvolgendo le Istituzioni, alcuni esempi di civiltà, modelli di convivenza tra generi.

Il governo cittadino si è reso responsabile di una serie di disattenzioni e omissioni proprio sulle conquiste civili delle donne: dalla violenza e la sua prevenzione, al diritto alla vivibilità e alla mobilità nel territorio cittadino fino all’impiego dei fondi destinati al ristoro dei diritti negati alle donne.

Le donne di Napoli rifiutano di dare per concluse le esperienze civili, per esempio, del controllo sulla pubblicità e la comunicazione pubblica (delibera comunale del 2011), della prevenzione e il contrasto alle violenze, del recupero dell’ambiente, della vigilanza sulla salute femminile e la prevenzione (competenza specifica, tra le altre, del Sindaco).