fbpx
domenica, Dicembre 5, 2021

Somma. I dipendenti de “Il Cenacolo” in piazza contro la chiusura della strada

L’amministrazione revocherà l’ordinanza di chiusura solo dopo che l’Anas avrà effettuato il ripristino e la messa in sicurezza del ponte.

Il 14 luglio scorso, sulla scorta della relazione di un tecnico comunale, il comando di Polizia Municipale ordina e dispone la chiusura immediata di via del Cenacolo, ritenuta, a seguito di rinvenimento di calcinacci provenienti dal ponte sovrastante della ss268, pericolosa per l’incolumità pubblica e privata. Nel momento in cui il comandante della Polizia Municipale, Vincenzo Di Palma, faceva chiudere la strada, il gestore dell’Hotel ristorante “Il Cenacolo” , complesso situato proprio lungo la stessa strada, protestava contro i conseguenti disagi per la sua attività e minacciava pubblicamente il licenziamento dei suoi circa trenta dipendenti.

Nonostante le spiegazioni fornite dall’ente, in prospettiva di tempi lunghi per il ripristino della strada, i dipendenti dell’hotel e ristorante, tra cui tantissimi giovani,  questa mattina hanno manifestato contro la chiusura della strada, bloccando tutto il centro cittadino con una protesta pacifica. Attraverso un megafono e  in particolare sugli striscioni, in bella vista, le accuse di negligenza rivolte all’amministrazione e la parola “vergogna” in primo piano. Per oltre  due ore la piazza e via Aldo Moro sono rimaste praticamente paralizzate dal traffico. Poco disposti ad ascoltare chiacchiere, i manifestanti  sono entrati nel cortile del Comune e hanno chiesto garanzie per mantenere il loro posto di lavoro e, soprattutto, hanno chiesto  espressamente al primo cittadino di risolvere il problema ad horas e di riaprire la strada. Da qui i sopralluoghi e i solleciti all’Anas, che dovrebbe effettuare i lavori.

“In questo momento gli operatori dell’Anas – ha spiegato il responsabile dei lavori pubblici, Errico Eliani – stanno sostituendo la trave del ponte, da cui cadono calcinacci, poi metteranno una rete protettiva nel punto in cui serve per garantire maggiore sicurezza alla struttura. Nel momento in cui l’Anas ci invierà la comunicazione dell’avvenuto ripristino e della messa in sicurezza del ponte, il comando di Polizia Municipale provvederà alla revoca dell’ordinanza e a riaprire la strada. Entro oggi, al massimo per domani, si dovrebbe risolvere il problema”.
(Foto di Tommaso Rea) 

Ultime notizie
Notizie correate