fbpx
giovedì, Giugno 30, 2022

I giorni della matematica

Array

Certamen, olimpiadi: e riflessioni metodologiche sulle nuove frontiere della matematica e delle sue applicazioni.

Si sono conclusi in questi giorni una serie di eventi fortemente significativi a livello cittadino, regionale, nazionale e internazionale che hanno visti impegnati numerosi studenti delle scuole superiori di II grado sul complesso terreno della risoluzione di “quesiti di matematica”.

Tali agoni sono stati, tuttavia, anche motivo di riflessione sulla metodologia dell’ insegnamento/apprendimento di tale disciplina che, se per i partecipanti alle manifestazioni oggetto di questa pagina sono sfide affascinanti, per molti altri costituisce una parete alta e liscia di insormontabili difficoltà. Infatti in sede di premiazione delle “Olimpiadi Della Storia Della Matematica”, tenutosi a Castellammare di Stabia, VII edizione del Premio “Aldo Morelli” dal 10 al 12 maggio 2013, nella sede della sezione Mathesis di Castellammare di Stabia, presso l’Istituto Suore Compassioniste, sono intervenuti numerosi allievi e docenti in rappresentanza di università e scuole superiori delle diverse regioni italiane con interessanti relazioni e dibattiti su teorie matematiche .

I lavori hanno avuto inizio alle ore 16:00 di venerdì 10 maggio e si sono conclusi alle ore 13:00 di domenica 12 maggio 2013. In particolare, si si è discusso del motivo per cui molti docenti trascurano lo studio della Geometria nella scuola e se il solo modello euclideo sia sufficiente alla formazione scientifica delle nuove generazioni. Infatti questa edizione, così come le precedenti, si propone di coinvolgere sia gli allievi che i docenti di Matematica, al fine di non disperdere il grande bagaglio scientifico e didattico lasciato dal Prof. Aldo Morelli.

Numerose sono state le presenze di dirigenti, docenti universitari e di scuola secondaria, studiosi, ricercatori che hanno contribuito al successo della manifestazione tra cui citiamo la prof.ssa Elisa Savarese, Presidente Mathesis di Castellammare di Stabia, i proff. Salvatore Rao, Università "Federico II", Presidente Mathesis di Napoli, Salvatore Sessa, Università "Federico II" di Napoli, Giuseppe Ossorio, Presidente Fondazione Culturale "Regioni D’ Europa", Marcella Sannoner, Dirigente Scolastico Liceo “Severi” di C.mare di Stabia, Catello Maresca, Dirigente Scolastico I.I.S. “Don Milani” di Gragnano ed ancora i proff. Romano Gatto dell’ Università della Basilicata, Mario Mandrone, Presidente Mathesis di Benevento, Antonio Maturo,dell’ Università di Chieti e Presidente Mathesis- Pescara, Tiziana Bindo, Presidente Mathesis Grottaglie, Giovanni Vincenzi, Università di Salerno – Presidente Mathesis di Salerno, Cesare Cundari, Università di Roma "La Sapienza", Lisa Lorenzetti, Vice-Presidente nazionale Mathesis.

Ampio spazio è stato inoltre alle relazioni, presiedute dalla prof. Tonia Olivello, degli studenti che si sono distinti per le buone capacità e competenze mostrate ed in particolare la presentazione e risoluzione dei quesiti assegnati alla gara "Premio Aldo Morelli", da parte degli studenti. La premiazione ha visto sul ‘podio’ due alunni del Liceo Mercalli di Napoli, il cui dirigente, Luigi Romano, segue con grande passione il destino dello studio della matematica nella scuola italiana: il primo classificato è stato Lorenzo Correale, alunno della IV B del Liceo Mercali di Napoli, curato dalla Prof.ssa Olimpia Mollo; il secondo classificato è stato Cesare Donadono , alunno della IV D del medesimo Liceo, curato dal prof. Antonio Fontana: agli studenti è stato attribuito un premio in danaro e alla scuola una targa di partecipazione.

Inoltre meritano particolare menzione i seguenti studenti per aver preso parte al dibattito del Seminario: oltre allo stesso Lorenzo Correale, che ha presentato e discusso “Un luogo geometrico: problema n. 4 assegnato nella fase finale”, curato dalle prof.sse Olimpia Mollo e Angela Musmarra Cesare Donadono e Andrea Scardino, Valerio Romano, Federico Frasca, per “La retta di Eulero”, curati dal Prof. Antonio Fontana; Francesco Palma e Giuseppe Luca Tommasone per la “Presentazione e discussione di un problema assegnato nella fase finale”, curati rispettivamente dalla prof.ssa Zilia Minunno e dalla prof.ssa Piera Formisano.

Pertanto l’occasione del Premio Morelli, in memoria di un grande docente disponibile oltre ogni limite ad offrire aiuto e sostegno a chiunque ne avesse bisogno è divenuta l’occasione per riflettere e discutere sulle applicazioni della matematica in vari ambiti ed elaborare progetti di carattere teorico e pratico. Gli incontri e i confronti di questo genere sono divenuti sempre più frequenti e certamente giovano alla scuola e all’Università: si ricordino, tra gli altri, la gara di Matematica di Capua, il Cetramen del Mercalli di Napoli, la recente manifestazione del 29 Aprile presso la sede universitaria di Monte Sant’Angelo Università degli Studi di Napoli “Federico II” Dipartimento di Matematica e Applicazioni “Renato Caccioppoli”, che ha premiato i primi otto classificati alle selezioni regionali delle olimpiadi della matematica.

I vincitori di tale selezione sono passati alla fase successiva che si è tenuta a Cesenatico lo scorso 11 maggio e i cui vincitori hanno avuto accesso alla selezione di Pisa che porterà alle Olimpiadi Internazionali che si svolgeranno dal 18 al 28 luglio a Santa Maria in Colombia. L’obiettivo ultimo di tutte queste manifestazioni è certamente da ascriversi al forte impegno dell’ambiente accademico, universitario e scolastico ed è finalizzato alla rinascita dello studio della matematica, nonché alla la scoperta di nuove frontiere della matematica e delle sue applicazioni.

OSSERVATORIO ADOLESCENTI

Ultime notizie
Notizie correate