Home Generali Volla in “Movimento” verso le Elezioni Amministrative del 10 giugno

Volla in “Movimento” verso le Elezioni Amministrative del 10 giugno

526
0
CONDIVIDI

Presentate le liste ufficiali per le elezioni amministrative del 10 giugno 2018.

“ C’erano una volta un Odontotecnico, un Avvocato Civilista, un Dottore, un Avvocato Penalista e una Consulente Assicurativa”.

Questi 5 amici avevano in comune il “Bene” per il loro paese, che si trovava subito dopo le pendici del Monte Somma in direzione nord, verso la pianura, che era stata per gli antichi la “Campania Felix”. Questo paese era famoso agli antichi per le sue acque sorgive, “La Bulla”, e per una rara varietà di broccoli, “i friarielli”.

Quattro dei cinque amici, infatti, in tempi più o meno remoti lo avevano, chi più, chi meno, e ciascuno a modo suo, dimostrato: L’Odontotecnico era stato assessore ai lavori pubblici (2007-2012) e consigliere di minoranza (2012-2016). Il Dottore era stato capogruppo del partito di maggioranza che aveva governato (2012-2015), candidato borgomastro per il centro sinistra (2016), e consigliere di opposizione (2016-2017). L’Avvocato Civilista era stato consigliere di minoranza (2012 – 2016) e borgomastro (2016-2017). L’Avvocato Penalista era stato soltanto presidente del consiglio comunale (2016-2017). Unica eccezione, la Consulente Assicurativa (Carneade! Chi era Costei?) che, invece, era una new-entry.

I cinque, spinti dal loro grande senso del dovere civico e dal forte senso del “Bene Comune”, nell’anno del Signore 2018, decisero di candidarsi, come aspiranti Borgomastri”.

Il 10 giugno 2018, si riparte. Inizia un’altra gara, un altro giro. Sembra una corsa automobilistica, una specie di “Gran Premio”, una gara di “Formula Uno”, dove ogni compagine presenta le sue macchine migliori, i pezzi pregiati, non sempre nuovi di zecca, a volte “usato o riciclato sicuro”, eccezion fatta per l’unica Dama che per la prima volta si affaccia e si lancia nell’agone politico.

Per chi come noi ha seguito le vicende politiche di Volla da lunga data, il primo pensiero non può che non andare ai grandi assenti, soprattutto alla memoria di quelli che non ci sono più, ma che, con la loro attività politica e sociale, hanno lasciato ricordi più o meno significativi nel paese.

Torniamo alla “Gara”. Queste le posizioni ai nastri di partenza.

Partiamo da Sinistra, anzi dal Centro-Sinistra, visto che la sinistra vollese non si è accordata con il PD e che poi neanche il PD si è accordato con se stesso. I rappresentanti del partito che “fu di Renzi” non hanno avuto il placet dalla federazione per presentare il simbolo in una sola lista insieme alla civica “Ci Diamo La Mano”. Essi, quindi, hanno eliminato il simbolo del ”PD” e ne hanno re-stilizzato uno simile. Il pilota è il Dottore (Viola Domenico) lo stesso che li ha guidati nella scorsa competizione del 2016.

Più o meno al Centro c’è la squadra che ha scelto come pilota l’Avvocato Penalista (Di Marzo Pasquale) e che è sostenuta da alcune liste civiche: “Intesa per Volla”, “Siamo Volla” e “Orgoglio Campano”. In queste liste, da un lato appaiono evidenti le tracce di alcuni ex “pezzi da novanta” della politica Vollese (Luciano Manfellotti, Angelo Guadagno, Lino Guastafierro Vincenzo Viscovo), dall’altro alcuni di essi si sono ricandidati (Ivan Aprea, Rosario Raciti e Ciro Scognamiglio, già consiglieri comunali, e Maria Coppeto, già assessore con “Intesa per Volla”; Vincenzo Manfellotti e Pasquale Donato, già consiglieri comunali, in “Siamo Volla”; Gennaro De Simone, il decano dei consiglieri comunali e Giovanni Riccio detto Giovannone con il loro “Orgoglio Campano”).

Posizionato nella terra di mezzo, nella terra delle liste civiche, “dove tutto può accadere”, vi è l’Avvocato Civilista (Viscovo Andrea) l’ultimo degli ex Borgomastri, che correrà con i bolidi “Cittadini per Volla”, “Ce Simm Sfasteriat” e “Ali Per Volla”. Anche in questa coalizione abbondano ex consiglieri ed assessori. Salvatore Barone, Federica Cirelli, Domenico D’Amiano, Gianluca Pipolo e Carmine Sarnataro in “Cittadini per Volla”; Pierluigi Liccardi in “Ali Per Volla”.

A guidare la scuderia del Centro-Destra l’Odontotecnico (Annone Giuseppe) di “Fratelli D’Italia” (unico partito tradizionale che presenta il suo simbolo ndr) che sarà affiancato dalla lista civica “Prima Volla” e “Noi con Annone Sindaco Volla”. La coalizione di Annone accoglie anche “profughi” di Forza Italia e della Lega, alcuni anche appartenenti alla schiera degli “Ex” (Francesco Esposito, Ivan Russo e Rosaria Borrelli).

Infine, dulcis in fundo, si fa per dire, posizionata al di là della locazione tradizionale, né destra, né sinistra, né centro, c’è la lista del “Movimento 5 Stelle” guidata dalla Consulente Assicurativa (Tafone Dora) la cui lista è riuscita ad ottenere il prezioso simbolo dallo staff centrale, a discapito dell’altra lista (“I Non Grillini”) che faceva capo a Titty Caldarelli, attivista e guerriera della prima ora, ritenuta “non idonea” alla contesa.

I “Grillini Vollesi”, benché dimezzati da questioni interne e con una lista composta da diversi “sconosciuti”, partono da una posizione di fulgido consenso, frutto delle recenti elezioni politiche del 4 marzo scorso (circa 8.500 voti ndr) e del lavoro e della presenza sul territorio, da molti anni, anche dei “Non Grillini”.

Ma si sa che le elezioni politiche sono tutt’altra cosa rispetto a quelle nazionali!

Chi sarà il vincitore o la vincitrice che salirà e siederà sullo scranno del secondo piano di Via Aldo Moro? Da chi sarà composta la prossima assise comunale a cui sarà affidato il destino di Volla?

Per adesso un dato regna certo e sovrano e appare come una scure sul capo di chi si candida alla guida del paese. Volla negli ultimi decenni, al posto dei friarielli e delle fonti sorgive, ha visto spuntare nei suoi campi, in maniera anarchica, bizzarra, innaturale e compiacente, palazzi, palazzi e palazzi, soprattutto grazie alla regia di una mente occulta “Tecnica” che ha saputo camuffarsi e abbindolare il popolo e la politica complice (di sinistra, di destra e di centro)…

Ma, si sa, il popolo è sempre “Sovrano” e decide le sorti di se stesso e del suo futuro!