Home Politica Somma Vesuviana, nel consiglio comunale di lunedì la nomina della commissione che...

Somma Vesuviana, nel consiglio comunale di lunedì la nomina della commissione che riformerà lo Statuto

560
0
CONDIVIDI
Giuseppe Di Palma e Flora Pirozzi

Sarà la prima seduta di assise pubblica dopo il minirimpasto di giunta seguito alle dimissioni degli assessori Daniela Garofalo e Ciro De Simone e la conseguente nomina – non senza malumori tra la maggioranza – dei nuovi esponenti dell’esecutivo Di Sarno: gli avvocati Giuseppe Di Palma e Flora Pirozzi.

Nel consiglio di lunedì, oltre alla presentazione dei nuovi assessori, dovrebbe essere formalizzata anche la sostituzione del capogruppo di «Insieme» dopo la decisione del consigliere Salvatore Esposito di tornare a sedere tra i banchi sotto la sola egida del suo partito, i Verdi. Il compito di rappresentare il gruppo dovrebbe toccare alla consigliera Mariarosaria Raia.

Detto ciò, vista la linea del “va tutto bene” alla quale ci ha abituato la maggioranza Di Sarno da un anno a questa parte, è alquanto improbabile che la situazione politica venga sviscerata in aula, nonostante i malumori, nonostante le rivendicazioni di taluni consiglieri mai ufficialmente espresse, nonostante i malcontenti dovuti anche alla ridistribuzione delle deleghe. A meno che i consiglieri di opposizione che si sono espressi in sedi non istituzionali sul merito (il consigliere Vincenzo Piscitelli sui social, il consigliere Celestino Allocca con note stampa (leggi qui) diffuse subito dopo le dimissioni dei due assessori) non ne facciano esplicita richiesta e che il presidente Sommese lo consenta.

Intanto, all’ordine del giorno del consiglio comunale di dopodomani (lunedì 9 luglio) convocato in seduta pubblica straordinaria, solo sette punti: l’approvazione dei verbali dei due consigli comunali precedenti (la seduta del 14 giugno e quella in cui è stata conferita la cittadinanza onoraria al maestro Seraponte), un’interrogazione del consigliere Salvatore Rianna (leggi qui), una variazione al bilancio di previsione, l’istituzione e la nomina di una commissione speciale che dovrà riformare lo Statuto comunale di Somma Vesuviana, l’aggiornamento del catasto incendi e il riconoscimento di debiti fuori bilancio, oltre allo spazio riservato ad eventuali comunicazioni del presidente dell’assise, Giuseppe Sommese.

La commissione speciale per la riforma dello Statuto comunale di Somma Vesuviana sarà composta da cinque consiglieri (tre di maggioranza, due di opposizione) e durerà in carica tre mesi durante i quali i suoi componenti non percepiranno alcun gettone. Lo Statuto del Comune risale al 1991, salvo modifiche e integrazioni apportate nel 2010. Dunque la commissione avrà il compito di adeguarne alcune o molte parti tenendo presente le novità legislative e le attuali norme in vigore.

Tra gli argomenti di consiglio comunale c’è poi l’aggiornamento del catasto incendi: si tratta in pratica di «schedare» le aree percorse dal fuoco (a Somma Vesuviana, alla fine del 2017, erano almeno dieci) prevedendo poi determinati vincoli così come da normativa. Vale a dire che quelle aree, tanto per fare alcuni esempi, non possono essere modificate per almeno quindici anni se non per ragioni di pubblica incolumità, che non vi si possono realizzare infrastrutture per dieci anni e che nemmeno opere di rimboschimento o di ingegneria ambientale sostenute con risorse pubbliche sono possibili nei cinque anni successivi all’incendio.

Quanto ai debiti fuori bilancio da riconoscere in aula, quello all’ordine del giorno riguarda l’espletamento di servizi cimiteriali e la manutenzione ordinaria del cimitero comunale (gruppo i Cipressi).