Home Generali Somma Vesuviana, l’ex sindaco Piccolo: “C’è chi ha sempre e solo distrutto”

Somma Vesuviana, l’ex sindaco Piccolo: “C’è chi ha sempre e solo distrutto”

2139
0
CONDIVIDI

Riceviamo e pubblichiamo un intervento del consigliere Pasquale Piccolo, ex sindaco di Somma Vesuviana, in replica a recenti dichiarazioni sul tema dell’edilizia scolastica. 

Cari amici,

mi dispiace dover intervenire ancora una volta per fare chiarezza e contraddire  il consigliere Giuseppe Nocerino, le cui doti politiche ed amministrative sembrano sbocciate per magia;per quel che ricordo, nei circa tre anni della mia amministrazione il suo impegno era mirato a tutt’altro: distruggere tutto ciò che di positivo si proponeva ed impegnato più a costituire gruppi e sottogruppi che ad operare.

Al di là di questo, che resta un mio pensiero, che ho anche esternato diverse volte pubblicamente, passo ai fatti.

Il consigliere Nocerino ha la memoria corta o finge di dimenticare.

 Giusto per essere chiaro pubblico di seguito numeri e delibere di giunta relative a progetti esecutivi per l’edilizia scolastica approvati nel mio breve mandato:

1) D.G.C.n.45 del 22/04/2016 Messa in sicurezza prevenzione e riduzione del rischio…Scuola media San Giovanni Bosco;

2) D.G.C.n.117del 08/09/2016 Riqualificazione del I Circolo Didattico Raffaele Arfè-Plesso Via Roma;

3) D.G.C. n.118 del 08/09/2016 e 122 del 09/09/2016 Riqualificazione Scuola Primaria Casamale-Avvio della fase di progettazione e assunzione degli impegni;

È, inoltre, agli atti dell’ufficio tecnico dal dicembre 2016 il progetto per una cittadella scolastica conforme ai requisiti europei, la cui realizzazione avrebbe consentito al Comune di convertire l’attuale spesa di circa €.500.000,00(cinquecentomila)annui per i fitti dei plessi scolastici ,in una rata che avrebbe consentito all’Ente di diventare proprietario di un immobile all’avanguardia dopo un certo numero di anni.

Erano stati riavviati i lavori della scuola in via Trentola, per i quali non vedo i motivi dell’interruzione, essendoci la copertura finanziaria, il cui completamento dà la possibilità al  plesso di Rione Trieste di sistemarsi in una nuova struttura,diversa da quella dove attualmente è  allocato. La cosa oltre che importante per i docenti e gli alunni, avrebbe comportato anche un grosso vantaggio per il Comune con il risparmio di circa €.60.000,00(sessantamila)di fitto l’anno. È forse questo il nodo?

Sono grato a tutti gli addetti ai lavori che hanno proseguito il percorso iniziato con la mia amministrazione e che io non ho potuto portare a compimento. Così come auguro alla mia città l’approvazione di ulteriori finanziamenti mirati alla realizzazione di opere necessarie ed utili.

Appare molto strano, quindi, che nel momento in cui arrivano fondi al Comune, al Sindaco ed all’Amministrazione sembra quasi dispiacere. Il raggiungimento di alcuni obiettivi è il risultato di un lavoro posto in essere dai funzionari e dalla politica. Tuttavia è prassi comune citare chi materialmente opera per la realizzazione degli stessi senza nulla togliere a chi in quel momento rappresenta la politica.

Grazie all’Ufficio Edilizia Scolastica per l’egregio lavoro svolto, sicuro che la loro sinergia tanto altro ancora produrrà per la nostra collettività.

                                                 Pasquale Piccolo