Home Prima pagina   Somma Vesuviana. Appello al Vescovo di Nola: si tenga aperto il Santuario...

  Somma Vesuviana. Appello al Vescovo di Nola: si tenga aperto il Santuario Di Castello

984
0
CONDIVIDI
Biagio Esposito, presidente dell’Accademia Vesuviana di Tradizioni Etnostoriche, ha consegnato nella mani di Mons. Francesco Marino l’appello affinché il luogo di culto sia a disposizione dei fedeli, come dei turisti

     

 

  Eccellenza,

nel porgerle devoti saluti e i segni della gratitudine per il prezioso impegno e l’attenzione che dimostra per la cultura religiosa della città di Somma Vesuviana, la presidenza e la direzione scientifica dell’Accademia Vesuviana di Tradizioni  Etnostoriche e dell’annesso Museo Etnostorico delle Genti  Campane fanno appello alla Sua sensibilità affinché, prenda atto di quanto viene esposto in questa sede.

Non è certo sfuggito alla Sua sapiente gestione del patrimonio religioso della nostra città, che il culto della Vergine di Castello si è particolarmente esteso con la presenza di immagini attrattive non solo per la cittadinanza ma anche per chi viene a prendere atto del culto tributato da secoli a Mamma Schiavona.

Mentre questi elementi attrattivi, che fanno parte dell’esteriorità reclamizzata, trovano ampio riscontro,  non sembra giustificata la scarsa attenzione a quello che noi cittadini sommesi vantiamo come Santuario inalienabile e meritevole pertanto di questa particolare e auspicabile connotazione.

Saremmo lieti che per la Chiesa di Santa Maria a Castello si rispettassero i consueti orari giornalieri di apertura dei luoghi sacri, per accogliervi la cittadinanza, comprese le scuole di ogni ordine e grado, e i visitatori che da tante parti del mondo sono attratti da un culto devozionale molto sentito. Le stesse istituzioni hanno difficoltà ad inserire, nelle loro programmazioni turistiche, le visite alla più importante e più antica località del culto cittadino.

Siamo testimoni della crescente delusione di quanti giungono da noi e vanno via senza quell’emozione che alimenta la fede e la speranza.

Questo appello, sentitamente motivato, ci appare giustificato e degno di essere sottoposto alla Sua tanto impegnata attenzione, alla quale  rinnoviamo i sensi della nostra devota gratitudine.

                                                                               Il Presidente

Accademia Vesuviana di Tradizioni Etnostoriche

                                                                                                                 Biagio Esposito