Home Comunicati Stampa Somma Vesuviana. Al via le procedure per la nomina della nuova...

Somma Vesuviana. Al via le procedure per la nomina della nuova commissione Pari Opportunità

83
0
CONDIVIDI

E’ possibile presentare domanda per far parte della commissione comunale per le Pari Opportunità.
I componenti sono 7, dei quali massimo due di sesso maschile, scelti in un elenco di candidati come enunciato nell’articolo 4 del regolamento con cui è costituita “dalle associazioni e movimenti di riconosciuta rappresentatività su territorio comunale, gruppi, istituzioni scolastiche, organizzazioni professionali, culturali e del volontariato che svolgano la rispettiva attività in maniera continuativa e senza scopo di lucro, possono segnalare non più di tre candidature ciascuno, individuate fra persone in possesso di riconosciuta competenza in materia di pari opportunità , nei campi giuridico economico, sociologo, psicopedagogico, della formazione del lavoro, dei servizi sociali, dell’ambiente, delle comunicazioni sociali ed ogni ambito di intervento riconducibile alle funzioni della Commissione”.
Si invitano, pertanto, le associazioni e le organizzazioni interessate a proporre le relative candidature, entro e non oltre il giorno 24 aprile 2018 alle ore 12. Le candidature devono pervenire, entro la data stabilita, corredate da curriculum da cui risultano le competenze possedute. Le domande di partecipazione vanno protocollate direttamente all’ Ufficio Protocollo del Comune Di Somma Vesuviana o inviate tramite raccomandata (non farà fede il timbro postale).
“Spesso riteniamo che la discriminazione nei confronti delle donne, omosessuali, disabili, siano state eliminate dai tempi moderni, ed invece accadono episodi che ci fanno ricredere”, spiegano il sindaco Salvatore Di Sarno e l’assessore alle Politiche Sociali Maria Vittoria Di Palma, “per questa ragione vogliamo costituire al più presto la commissione Pari Opportunità e permetterle di lavorare per valorizzare la differenza, che sia di genere, convinzioni personali, razza e origine etnica, disabilità, età, orientamento sessuale volte a favorire le condizioni di riequilibrio in tutti gli ambiti decisionali del territorio comunale. La commissione potrà svolgere le proprie funzioni in piena autonomia, raccordandosi con amministratori e consiglieri comunali, con i movimenti e le associazioni presenti sul territorio, con le istituzioni scolastiche e culturali in genere, con le categorie economiche ed imprenditoriali, le organizzazioni sindacali. Avrà il compito di proporre iniziative al consiglio e alla giunta, ci aspettiamo progetti e iniziative fattibili c’è ancora tanto da fare nel mondo delle Pari Opportunità e noi non vogliamo restare indietro”.