Home Generali Marigliano, semplificazione e velocizzazione di nuovi impianti di rifiuti: la consigliera...

Marigliano, semplificazione e velocizzazione di nuovi impianti di rifiuti: la consigliera Iovine scrive al Ministro Costa

211
0
CONDIVIDI

La consigliera di minoranza del Comune di Marigliano  al Ministro Costa: ” Il governatore De Luca vara una legge regionale per semplificare e velocizzare la nascita di nuovi impianti di rifiuti a discapito di una corretta valutazione ambientale”.

 

Egr. Ministro
nel mentre la sua nomina accende una nuova speranza e rinvigorisce i cittadini della Terra dei fuochi, e intanto che assistiamo soddisfatti alla sua dichiarazione di modificare le leggi per imporre una valutazione ambientale che tenga conto delle concentrazioni di più aziende nello stesso territorio, sommando le emissioni inquinanti, il governatore De Luca vara una legge regionale per semplificare e velocizzare la nascita di nuovi impianti di rifiuti a discapito di una corretta valutazione ambientale. La prego di verificare il piano regionale dei rifiuti che per l’ATO 2 e l’ATO 3 prevede nel raggio di pochi chilometri intorno all’inceneritore di Acerra una concentrazione di impianti aerobici/anaerobici di compostaggio che tratteranno mediamente 30.000 t/annue di rifiuti provenienti da raccolta differenziata e non;
si tratta dei comuni di Caivano, Afragola, Pomigliano D’Arco e Marigliano… gli stessi comuni che subiscono l’influenza dell’inceneritore di Acerra.
Eppure l’ATO 2 comprende una superficie di 287 Kmq e una popolazione di 684.538 ab. Mentre l’ATO 3 ha una superficie di 646 Kmq e una popolazione di 1.072.767 ab,, e sembra inverosimile concentrare 4 impianti oltre quelli già esistenti nel raggio di 30 Km .
La preghiamo di intervenire con urgenza perché il piano regionale dei rifiuti venga redatto in modo più equilibrato senza concentrazioni di emissioni nocive in una area geograficamente depressa e già ammalata di aria inquinata da polveri sottili.
La preghiamo di intervenire sulla Legge regionale appena varata per verificare se è compatibile con le normative nazionali di tutela dell’ambiente.
Confidiamo in lei
Filomena Iovine
Città di Marigliano