Home Cronaca I magistrati: “ricette false intestate anche ai morti”: medico dell’Asl arrestato e...

I magistrati: “ricette false intestate anche ai morti”: medico dell’Asl arrestato e 3 farmacisti interdetti. Ecco nomi e cifre

5490
0
CONDIVIDI

L’ordinanza di custodia cautelare e di interdizione è stata firmata dal giudice per le indagini preliminari del tribunale di Nola Giuseppe Sepe su richiesta del procuratore della Repubblica Anna Maria Lucchetta. E dalle carte dell’indagine, messa a segno dai carabinieri del Nas di Napoli, il Nucleo Anti Sofisticazioni, emerge un quadro tanto “abituale” quanto sconfortante di come siano trattate le casse della nostra sanità pubblica. Quest’ultima inchiesta intanto ha fatto emergere l’ennesimo giro di false ricette, ricette intestate anche a persone decedute, nel quale sono coinvolti un medico di base convenzionato con l’Asl Napoli 3 Sud e tre farmacisti, tutti dell’area vesuviana. Dovranno rispondere, tra gli altri, dei reati di falso e truffa ai danni del sistema sanitario nazionale dello Stato. Il medico di medicina generale, convenzionato con l’Asl 3 Sud, finito agli arresti domiciliari si chiama Emilio Cepparulo, ha 64 anni, è di Ottaviano ed esercita nel suo paese. In base alle accuse avrebbe redatto una serie molto numerosa di ricette intestate a pazienti ignari di tutto ed anche a pazienti ormai deceduti. Ricette che, sempre in base alle accuse, sono state poi affidate nelle mani di tre farmacisti, il dottor Severino Russo, 78 anni, di Nola, operante nella farmacia “Cinzia” di Ottaviano, la dottoressa Carmelina Rainone, 62 anni, di San Giuseppe Vesuviano, operante nella farmacia Rainone del paese in cui vive e risiede, e il dottor Massimiliano Giordano, 45 anni, anche lui di San Giuseppe Vesuviano e la cui farmacia si trova nello stesso paese. I tre farmacisti sono stati interdetti per un anno dall’esercizio della professione. Il gip Sepe ha inoltre ordinato il sequestro “per equivalente” di una serie di somme di danaro: 45.523 euro a Cepparulo, 35.600 euro a Russo, 10.384 euro a Rainone e 1.186 euro a Giordano.