Home Cronaca Carenze igieniche a Mugnano: i NAS fanno chiudere il mercato ittico più...

Carenze igieniche a Mugnano: i NAS fanno chiudere il mercato ittico più grande dell’area a nord di Napoli

387
0
CONDIVIDI

I carabinieri del NAS di Napoli, il Nucleo Anti Sofisticazioni, insieme a tecnici dell’ Asl Napoli 2 Nord addetti al dipartimento veterinario, durante un’ispezione condotta nella mattinata del 10 maggio scorso presso il mercato ittico all’ingrosso di Mugnano di Napoli, hanno proceduto all’immediata sospensione di ogni attività dell’impianto. Secondo quanto riferiscono i NAS, il  mercato sin dal mese di giugno del 2017 era stato oggetto di ripetute verifiche da parte dell’ Asl Napoli 2, nel corso delle quali erano state indicate precise direttive finalizzate alla realizzazione di idonei lavori di adeguamento e di rifacimento, tutte opere da mettere in atto per assicurare la sicurezza nelle attività della struttura. Dalla fine di febbraio di quest’anno gli ispettori della Asl NA 2 hanno poi operato insieme ai carabinieri del NAS di Napoli imponendo ulteriori prescrizioni, che però, all’esito del controllo effettuato ieri, non sono state applicate. A quel punto le competenti autorità amministrative, opportunamente informate, hanno concordato l’emanazione di un provvedimento di immediata sospensione di tutte le attività svolte nel mercato ittico a causa di varie carenze strutturali ed igienico sanitarie, divenute più gravi col passare del tempo e rese più rilevanti dall’assoluta mancanza, risultata durante l’accesso dei carabinieri, di personale addetto alla vigilanza e alla regolamentazione degli approvvigionamenti.